Vincitori Filari di Bolle 2020

Una bella notte stellata d’estate nell’antico frutteto di Palazzo Burovich de Zmajevich a Casarsa della Delizia ha fatto da scenario alla ripartenza ufficiale delle bollicine regionali dopo le incertezze portate la scorsa primavera dal lockdown causa coronavirus. Il comparto, che come ricordato durante la serate prima del Covid-19 valeva 30 milioni di bottiglie l’anno, guarda al futuro con fiducia grazie a Filari di Bolle, la Selezione degli Spumanti del Friuli Venezia Giulia organizzata da Pro Casarsa della Delizia, Città di Casarsa della Delizia e l’Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con il Consorzio delle DOC-FVG.

Giovedì 6 agosto sono stati consegnati i premi ai migliori vini spumanti scelti dalla giuria di esperti, attraverso votazione anonima, tra 80 etichette proposte da 35 cantine.Quattro le categorie principali, definite dal metodo di spumantizzazione e dal tipo di vino.

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

 

Per il Metodo Charmat Prosecco Doc il premio è andato al Prosecco Doc Extra Dry Millesimato della cantina Pitars di San Martino al Tagliamento.

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

Per il Metodo Charmat Spumante Monovarietale premio al Naonis Ribolla Gialla Brut dei Viticoltori Friulani La Delizia di Casarsa.

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

Per il Metodo Charmat Cuvée al Naonis Jadér Cuvée Brut dei Viticoltori Friulani La Delizia di Casarsa.

 

Per il Metodo Classico premio al VSQ MC Etichetta Oro 2012 Pas Dosè Vigneti Pietro Pittaro di Codroipo.

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

Assegnati anche altri riconoscimenti.

Premio per la Miglior etichetta al “Tre Lune” Ribolla Gialla Brut della cantina Ronco dei Pini di Prepotto.

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

I premi per il miglior rapporto qualità prezzo, suddivisi anch’essi in categorie, sono andati per il Prosecco al Milesimato dei Pitars, per il Monovarietale alla Ribolla gialla Brut della cantina La Sclusa di Spessa di Cividale, per la Cuvée al Naonis Jadér dei Viticoltori Friulani La Delizia di Casarsa e per il Classico all’Etichetta oro di Pietro Pittaro di Codroipo.

 

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

“La Selezione, nata nel contesto della nostra tradizionale Sagra del Vino di primavera – ha spiegato Antonio Tesolin presidente della Pro Casarsa della Delizia – non è stata rimandata al prossimo anno: essere riusciti a farla comunque, lavorando con impegno in queste settimane estive, è stato un grande successo nonché un segnale di ripartenza forte e concreto. Ora daremo visibilità ai fini selezionati con eventi lungo il corso dell’anno, fino ad arrivare al Vinitaly 2021 dove puntiamo a essere presenti”.

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

“Il coronavirus – ha sottolineato a sua volta la sindaca della Città di Casarsa della Delizia Lavinia Clarotto – ci ha fatto perdere l’occasione di tanti brindisi con i nostri cari: ora possiamo ripartire, dalla nostra Città del Vino dando visibilità alle bollicine regionali, sia dei grandi che dei piccoli produttori”.

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

“Il comparto della spumantistica regionale – ha spiegato Renzo Zorzi presidente dell’Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia e della giuria di Filari di Bolle -, che prima del Covid-19 produceva 30 milioni di bottiglie l’anno, ha dimostrato di sapersi impegnare con spirito positivo nella competizione, come evidenzia la bella partecipazione alla Selezione. I consumi stanno ripartendo, le bollicine sono di qualità: guardiamo al futuro con fiducia”.

Parole sul futuro del comparto rimarcate da Stefano Zannier, assessore regionale del Friuli Venezia Giulia alle risorse agricole e forestali, che ha ricordato come il vino buono sia anche quello venduto al giusto prezzo, ricordando la vicinanza della Regione ai produttori.

La serata, gestita secondo le norme sanitarie in essere e inserita nella rassegna estiva comunale Fruit of the Moon e nel programma regionale di Calici di stelle dell’Associazione nazionale Città del Vino, è stata condotta dall’attrice Sara Ricci (noto volto televisivo delle soap Un posto al sole e Vivere nonché partecipante alla fiction Don Matteo) con il collega Daniele Catini, che dopo il loro spettacolo teatrale sul vino “Per…Bacco!” hanno condotto sul palco le premiazioni. Per i premiati una emozionante foto del maestro Elio Ciol, intervenuto anch’egli, su Aquileia nei suoi duemila anni dalla fondazione, incorniciata dallo studio Il Glifo.

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi

Sono intervenuti e hanno premiato anche Ester Pilosio consigliere di Friulovest Banca che ha ricordato il sostegno al territorio da parte dell’istituto di credito cooperativo, i consiglieri regionali Tiziano Centis e Chiara Da Giau, l’assessore a Buttrio e coordinatore regionale delle Città del Vino Tiziano Venturini, il presidente di Confcooperative Pordenone Luigi Piccoli, il presidente di Fedagripesca Confcooperative Fvg Venanzio Francescutti, il vicepresidente di Coop Casarsa Cesare Giavi e in rappresentanza degli sponsor Stefano Piuzzi (Ceccarelli group), Lorenzo Ferronato (DS Smith), Gian Paolo Dell’Agnese (Amorim Cork Italia), Marco Bendoni consigliere del Comitato regionale Friuli Venezia Giulia  dell’Unione nazionale tra le Pro Loco d’Italia e Marco Specia segretario dello stesso Comitato. Hanno ritirato i premi per le cantine Bruno Pittaro (Pìtars), Mauro Bagnarol (Viticoltori Friulani La Delizia), Stefano Trinco (Vigneti Pittaro), Germano Zorzettig (La Sclusa) e il rappresentante del Ronco dei Pini in vece di Claudio Novello.

Il “debutto” degli spumati selezionati avverrà sempre a Casarsa della Delizia il 10 agosto, quando si brinderà sotto il cielo d’estate con Calici di Stelle 2020, in contemporanea con le altre realtà aderenti all’associazione nazionale Città del Vino: il programma vede incontrare le bollicine di Filari di Bolle – Selezione degli spumanti del Friuli Venezia Giulia con lo spettacolo “Parole e Musica – Lungo la Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia” di e con Dino Persello accompagnato alla fisarmonica dal maestro Pasqualino Petris.

Ancora una volta l’Antico frutteto di Palazzo Burovich de Zmajevich (sede municipale) sarà il palcoscenico ideale per una notte magica di musica, parole e grandi vini. Inizio alle 21.

La prenotazione è obbligatoria nel rispetto delle norme anti Covid-19, per info: www.procasarsa.org

Filari di Bolle è a cura di Pro Loco di Casarsa della Delizia, Città di Casarsa della Delizia e Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia insieme al Consorzio delle DOC Friuli Venezia Giulia. Importante la collaborazione con PromoturismoFVG e la Strada Vino e Sapori Friuli Venezia Giulia. Collaborano alla riuscita della selezione l’ONAV (Organizzazione nazionale Assaggiatori di Vino), Assoenologi e l’Associazione nazionale Città del Vino. Prezioso anche il sostegno di Friulovest Banca, sempre attenta alle esigenze del territorio. Un ringraziamento alle aziende Amorim, Ds Smith, Juliagraf e Ceccarelli Group.

 

Casarsa 6 agosto 2020. Filari di Bolle 2020. © Foto Petrussi