Riparte il cinema

A Casarsa della Delizia riparte a settembre la stagione cinematografica. Cinque film, tra vincitori di Premi Oscar e altri made in Friuli, sono in programma al teatro Pier Paolo Pasolini e daranno continuità alle serate cinematografiche all’aperto tenutesi quest’estate nella cornice dell’antico frutteto di Palazzo Burovich de Zmajevich. La ripartenza è poi contraddistinta da un evento speciale: la proiezione del documentario Pozzis, Samarcanda, ad ingresso libero, alla presenza del regista friulano Stefano Giacomuzzi organizzata in collaborazione con Motoclub San Giovanni.

 

“Ripartiamo con entusiasmo – racconta il presidente della Pro Casarsa della Delizia APS Antonio Tesolin – grazie al nostro Gruppo Cinema che ha lavorato per tornare a organizzare dopo oltre un anno le proposte cinematografiche dell’autunno-inverno. Per fortuna sia nel 2020 che quest’anno l’estate ci ha permesso di proporre tanti titoli interessanti all’aperto, ma ora torna la magia delle visioni al teatro Pasolini, vero e proprio cinema di prossimità con ampi spazi, prezzi popolari e ampie possibilità di parcheggio”.

Nel rispetto delle normative sanitarie, si potrà accedere alla sala solo con Green Pass e sarà garantito il distanziamento e il rispetto di tutte le norme Covid-19 in vigore. La prenotazione è consigliata, è sufficiente inviare un messaggio via Whatsapp al numero 338 784972 oppure una email a [email protected] La rassegna è organizzata dalla Pro Casarsa della Delizia APS in collaborazione con l’Amministrazione comunale ed sostenuta anche da Friulovest Banca. I film fanno parte della rassegna Circuito Cinema: Corto Circuito FVG 21/22.

Si parte quindi venerdì 24 settembre alle ore 21 con la proiezione ad ingresso libero di Pozzis, Samarcanda, il docufilm del regista friulano Stefano Giacomuzzi che sta trionfando anche all’estero. Infatti si è recentemente aggiudicato il premio come miglior documentario agli International Motor Film Awards di Londra. Il registra friulano, per l’occasione sarà presente al teatro Pasolini.

La rassegna prosegue giovedì 30 settembre alle ore 21 con The father – Nulla è come sembra. Tratto dall’omonima pièce teatrale, il film racconta di una figlia alle prese con un bizzarro e divertente padre affetto da demenza senile. Il film è stato premiato durante la notte degli Oscar del 2021 con ben due statuette: quella di Miglior attore protagonista a sir Anthony Hopkins e quella per la Miglior sceneggiatura non originale a Zeller e Hampton.

Anche ad ottobre, proseguono gli appuntamenti col cinema. Giovedì 7 ottobre, sempre alle ore 21, verrà proiettato “Est – Dittatura Last Minute” . Un road movie ambientato nel 1989 alla vigilia della caduta del muro, tratto da una storia vera. Il film ha ottenuto 1 candidatura ai Nastri d’Argento.

È la volta poi di Un altro giro, in calendario per giovedì 14 ottobre alle ore 21. Quattro amici sperimentano una strana teoria per stimolare la propria mente. Il film ha ottenuto 2 candidature e vinto il premio Oscar come miglior film straniero.

Chiude questa prima tranche, il docufilm Il Profumo del mirto che verrà proiettato giovedì 21 ottobre sempre alle ore 21. Al centro, la vita di un bizzarro e simpatico pastore sardo quarantenne. Il film, del regista friulano Christian Canderan che sarà presente alla proiezione, è ambientato tra il Friuli e la Sardegna. Tra le località toccate ci sono la Valtramontina, molto cara a Canderan, che da sempre sottolinea le sue origini tramontine, ma anche la laguna di Marano e poi Maniago e Spilimbergo.

Si ricorda che per il cinema il biglietto d’ingresso unico è di 5 euro. Per i possessori della Carta giovani il biglietto per ogni proiezione è di 4 euro. Prenotazione consigliata via Whatsapp al numero 338 7874972, via mail all’indirizzo [email protected] Maggiori info su: www.procasarsa.org.