PASOLINI E IL GIORNALISMO A CASARSA

PASOLINI E IL GIORNALISMO A CASARSA

Il 10 e l’11 novembre si terrà a Casarsa, a Palazzo Burovich de Zmajevich, un convegno di studi con ricercatori, storici, giornalisti e artisti. Organizzato dal Centro Studi Pier Paolo Pasolini con il sostegno di Regione, Comune di Casarsa e in collaborazione con Pro Casarsa, il convegno si articola in tre momenti.

Si parte venerdì 10 novembre. Alle ore 15 partiranno i lavori del convegno con Franco Contorbia che tratterà di “Pasolini e i giornali”, poi alle 16 Stefano Casi introdurrà il tema “Il giovane Pasolini e i periodici bolognesi”, mentre Elvio Guagnini parlerà di “Pasolini e la stampa del dopoguerra”. Alle 17.15 Rienzo Pellegrini affronterà l’argomento “Tra dialetto e lingua” e Gianfranco Ellero “Il Pasolini politico sulla stampa: interventi autonomisti e “manifesti” comunisti”. A moderare l’incontro, il giornalista Alessandro Mezzna Lona.

Ad impreziosire la proposta, il secondo momento dell’evento, che si terrà sempre venerdì 10 novembre. Alle 20.45 al Teatro Pasolini di Casarsa, Moni Ovadia sarà protagonista del reading “Io so”, in cui leggerà e commenterà alcuni brani tratti dagli “Scritti corsari”.

Il convengo proseguirà poi sabato 11 novembre dalle ore 9 a Palazzo Burovich de Zmajevich. Si parlerà di Pasolini e la stampa comunista, e del target dei lettori ai quali Pasolini si intendeva rivolgere. Interverranno: Anna Tonelli, Gian Carlo Ferretti, Massimo Raffaeli. Moderatore Roberto Carnero.

Il convegno si concluderà con una tavola rotonda, tra scrittori e giornalisti, sul giornalismo di Pasolini (presenti: Tommaso Di Francesco, Nicola Mirenzi, Antonio Padellaro, Benedetta Tobagi). A condurre e coordinare la tavola rotonda il giornalista Tommaso Cerno.
Per informazioni info@centrostudipierpaolopasolinicasarsa.it