TRE MOSTRE DEDICATE A ELIO CIOL A CASARSA

TRE MOSTRE DEDICATE A ELIO CIOL A CASARSA

– “Elio Ciol nei Musei e nelle Collezioni Fotografiche Internazionali” nello Spazio espositivo di Piazza IV Novembre (ex Sala Consiliare) curata dal maestro Guido Cecere, docente di Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Venezia, con la collaborazione del professor Massimo Carboni, docente all’Università della Tuscia di Viterbo e all’Accademia di Belle Arti di Firenze
– “A Pier Paolo” Pasolini nelle fotografie di Elio Ciol nel Centro Studi Pier Paolo Pasolini Casarsa della Delizia in Via Guido Alberto Pasolini 4 curata dalla dottoressa Vincenza Crimi
– “Arti visive nella poetica di Elio e Stefano Ciol” nello studio Il Glifo di Vincenza Crimi – Via Guido Alberto Pasolini 54/2

Tre mostre dedicate a uno dei grandi narratori del Novecento e alla sua arte fotografica, visitabili gratuitamente il sabato dalle 15 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. Dal lunedì al venerdì possibili visite per gruppi su prenotazione.
Info biblioteca@comune.casarsadelladelizia.pn.it – 0434 873981 segreteria@procasarsa.org – 338 7874972.

ORGANIZZATORI – La mostra “Elio Ciol nei Musei e nelle Collezioni fotografiche internazionali” è promossa dalla Città di Casarsa della Delizia, con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e Fondazione Friuli. Il progetto vede la collaborazione di Ambiente Servizi, Centro Studi Pier Paolo Pasolini, Coop Casarsa, Friulovest Banca, Studio Il Glifo, Pro Casarsa della Delizia e Vini La Delizia.

BIOGRAFIA – Elio Ciol nasce a Casarsa della Delizia nel 1929. Inizia giovanissimo a lavorare nel laboratorio del padre, acquisisce esperienza tecnica ed elabora un personale modo di esprimersi attraverso la fotografia, soprattutto riguardo al paesaggio. È sempre alla ricerca di nuove dimensioni espressive. Dal 1955 al 1960 è attivo nel circolo fotografico “La Gondola” di Venezia. Nel 1962 partecipa come fotografo di scena al film Gli Ultimi di Vito Pandolfi e Padre David Maria Turoldo. L’anno dopo, 1963, a Milano, collabora con Luigi Crocenzi alla realizzazione della Fondazione Arnaldo e Fernando Altimani per lo studio e il linguaggio delle immagini. Ha esposto in mostre personali e collettive, in Italia e all’estero. Sue fotografie sono presenti in collezioni private e in istituzioni pubbliche, in Italia e all’estero. Molti i premi e i riconoscimenti ricevuti nella sua lunga attività. Nel dicembre 2001 il New York Times gli ha dedicato uno spazio nella sezione Arts and Leisure. Collabora con importanti case editrici. Ha contribuito alla realizzazione di oltre duecento volumi. Da sessant’anni Elio Ciol scrive con la luce, tracciando un lungo e affascinante itinerario fotografico. È autore di numerosi libri fotografici.