SUCCESSO PER IL PREMIO CITTADINO DELL’ANNO 

SUCCESSO PER IL PREMIO CITTADINO DELL’ANNO 
Il ciclista Enrico Gasparotto ha ricevuto il premio cittadino dell’anno 2016 di Casarsa della Delizia. Il riconoscimento gli è stato attribuito nella tradizionale cerimonia al teatro Pier Paolo Pasolini, davanti a un numeroso pubblico. Il premio è un iniziativa delle associazioni Forum democratico, presieduta da Pierluigi Rosa, e Pro Casarsa della Delizia, presieduta da Antonio Tesolin, che la promuovono con il sostegno dell’amministrazione comunale rappresentata sul palco dalla sindaca Lavinia Clarotto (presenti anche gli assessori e consiglieri comunali), Friulovest Banca e Provincia di Pordenone. Presenti in rappresentanza della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia l’assessore Paolo Panontin e il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop.

Gasparotto, 34 anni, originario di Casarsa, ha inanellato nel corso della sua carriera una serie importante di successi. Professionista dal 2005, ha vinto il titolo nazionale in linea nello stesso anno e due edizioni della Amstel Gold Race, nel 2012 e nel 2016. Nella stagione 2017 correrà nel Pro Tour Team della Bahrain Merida al fianco di Vincenzo Nibali. Sul palco ha ringraziato la comunità di Casarsa e San Giovanni e il suo fan club che lo continuano a sostenere con affetto, nonché i suoi genitori che lo aiutano a mantenere i legami con la terra di origine. A premiarlo anche Enzo Cainero, organizzatore delle tappe friulane del Giro d’Italia e il delegato provinciale di Pordenone del Coni Fabio Ellerani.

Il Diploma Humanitas è stato invece assegnato dalla giuria, a 40 anni dal terremoto del Friuli, al gruppo di 88 concittadini che in comitato spontaneo presero parte ai soccorsi e alla prima ricostruzione di Castelnovo del Friuli, guidati dall’allora parroco Don Titta e da Romano Strapaghetti, presenti anch’essi alla cerimonia. Pur non rappresentativi di tutti coloro che si mobilitarono, rappresentano la testimonianza di una solidarietà che si fece spontanea e propositiva: furono donate 2 mila 200 ore di lavoro per la ricostruzione nonché furono raccolti 3 milioni di lire per una borsa di studio a favore di una giovane del luogo. La sala del teatro Pasolini, ricordando il recente terremoto in Italia centrale ha tributato al ricordo delle vittime 1 minuto di silenzio.

Il premio Giovane talento è andato infine a Federico Morello, 20 anni, diplomato all’Istituto d’arte di Cordenons, che sin da piccolo si diletta a fare l’inventore. L’ultimo suo brevetto è un portaombrelli con lucchetto che è stato già prodotto in alcuni esemplari. Inoltre con l’utilizzo di stampanti 3D sta sperimentando nuove applicazioni. La giuria ha attribuito il premio come gesto di incoraggiamento nei confronti di un giovane che sta dimostrando come attraverso la creatività sia possibile costruire un futuro lavorativo anche in tempi di crisi.

La cerimonia, condotta dal Marco Salvadori, è stata allietata da un concerto dell’orchestra d’archi Arrigoni di San Vito al Tagliamento, diretta da Domenico Mason, con la partecipazione straordinaria di Maya Wichert, di soli 11 anni e vincitrice del concorso internazionale Il piccolo violino magico, riservato ai virtuosi dai 9 ai 13 anni. Con l’occasione è stata anche ricordata la recente scomparsa di Vincenzo Miggiano, noto studioso internazionale e Cittadino dell’anno nel 2000.

L’evento è stato trasmesso in diretta streaming sul sito forumdemocraticocasarsa.blogspot.it